Sei in » Attualità
17/05/2017 | 19:11

Genitori e antivaccinisti in protesta a Bari, mentre i deputati del Pd Capone, Mariano e Vico spingono per l'approvazione della proposta di legge. 'Rendere obbligatorie le vaccinazioni e' unico modo per tutelare la salute dei bambini'.


Il momento di un vaccino


Dalla Puglia. La battuta d’arresto della proposta di legge sull’obbligatorietà dei vaccini sarebbe e dalle motivazioni poco chiare. E’ quanto dichiarano i deputati del Pd, Salvatore Capone, Elisa Mariano e Ludovico Vico, componenti della della Commissione Salute alla Camera,  spingendo così nella direzione indicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
 
“Rendere obbligatoria la pratica delle vaccinazioni – spiegano i parlamentari del Pd   – è l’unico modo per tutelare migliaia e migliaia di bambine e bambini. Sarebbe gravissimo se la discussione inauguratasi in Italia e anche nella nostra Regione invece di aiutare le popolazioni a comprendere l’esatta verità delle cose, per opportunismo politico si avvitasse su se stessa, lasciando ancora più disorientate le famiglie. Che dovrebbero fare propria una massima di base: ognuno di noi ha non solo il diritto ma anche il dovere di mantenere la salute. A maggior ragione la salute dei propri figli, senza esporre a rischi di nessuna natura i figli degli altri”.
 
Tali dichiarazioni seguono alla decisione dell’Assemblea pugliese regionale di non procedere con l’iter legislativo della Pdl, presentata da un folto gruppo di consiglieri regionali circa l’obbligatorietà delle vaccinazioni per i minori.
“Preoccupa non poco”, proseguono i parlamentari Capone, Mariano, Vico, “la battuta di arresto della Proposta di legge presentata in Consiglio regionale pugliese a prima firma Fabiano Amati. Non sono chiare le dichiarazioni di circostanza dell’Assessore al Ramo, ancor meno il ritiro della firma dal provvedimento di alcuni consiglieri regionali.
 
Ad ogni buon conto, le vaccinazioni nella nostra regione avrebbero registrato  un sensibile calo e ci sarebbe il rischio di scendere sotto la soglia di sicurezza.
 
Intanto, proprio nella giornata di ieri, un centinaio di persone tra genitori e antivaccinisti, hanno manifestato a Bari davanti alla sede del Consiglio regionale contro la proposta di legge sulle vaccinazioni obbligatorie, la cui discussione era in programma nella stesa giornata di ieri.  




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |