Sei in » Attualitą
12/07/2017 | 11:29

Il 12 Luglio di un anno fa, la tragedia. Due treni si scontrarono sulla tratta unica Andria-Corato, provocando la morte di 23 persone ed il ferimento di altre 50. Tante le iniziative di oggi, in Puglia, per commemorare quelle persone.


scontro tra due treni (ph. Coratolive.it)


Dalla Puglia. È già passato un anno, ma i brividi lungo la schiena – solo a rivedere certe immagini nei notiziari televisivi, su quotidiani cartacei oppure testate online – restano della stessa intensità. Tornano in mente tanti di quei ricordi nella giornata di oggi; ma contemporaneamente si guarda anche al futuro, cercando in qualche modo di andare avanti e costruire iniziative atte a coinvolgere enti, associazioni, ma soprattutto persone. Perché in certi casi la carica ricoperta conta poco. In determinate occasioni conta restare uniti. Il 12 Luglio di 365 giorni addietro due treni Bari nord si scontrarono provocando la morte di 23 persone il ferimento di altre 50. Le foto dell’incidente fecero il giro dell’Italia e del mondo in pochi minuti. In quegli istanti sembrava che il tempo si fosse fermato. Tutti osservarono attoniti le operazioni di soccorso ad opera delle forze dell’ordine, dei sanitari, dei tanti volontari impegnati nella tragica corsa contro il tempo atta a salvare quante più vite possibili.

Esattamente ad un anno da allora, previste bandiere a mezz'asta ad Andria negli uffici pubblici e sospensione di tutte le attività per cinque minuti, a partire dalle 11.06, l’orario esatto in cui avvenne l’accadimento tragico. Sempre ad Andria inoltre, alle 20.00, si terrà una messa nella Chiesa Cattedrale della città. A Corato, invece, le campane delle chiese del comune – all’incirca poco dopo le 11.00 – suoneranno 23 rintocchi proprio per ricordare le vittime. Non solo. Nel piazzale antistante la stazione delle Ferrovie del Nord barese, sarà scoperta una targa che rinominerà la piazza intitolandola a "vittime dell'incidente ferroviario del 12 luglio 2016". Alle 18.30, a Corato, Santa Messa di suffragio.  Alle iniziative sarà presente, tra gli altri, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

"A un anno di distanza dal tragico incidente ferroviario sul tratto Andria-Corato della Ferrovia Nord di Bari, nella quale persero la vita 23 persone e 50 furono ferite, desidero rinnovare a tutti i familiari delle vittime i più sinceri sentimenti di vicinanza degli italiani e miei personali”, dichiara il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione dell'anniversario del disastro ferroviario Andria-Corato.
Un anno fa, incontrando superstiti e soccorritori, ho potuto constatare la generosità del popolo pugliese accorso a donare il sangue per i feriti, e ho raccolto gli appelli per avere la verità su quanto accaduto e individuare i responsabili del disastro”.

Le parole del Presidente della Repubblica, peraltro, pongono al centro la scena in cui migliaia cittadini pugliesi – anche salentini – si recarono presso i vari nosocomi regionali per dare il loro contributo.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |